Maglie da calcio Umbro retrò

Prima dell'arrivo dei marchi continentali di abbigliamento sportivo alla fine degli anni '1970, Umbro, insieme all'azienda britannica Bukta, aveva dominato per decenni il mercato britannico delle divise da calcio. Sebbene il marchio del produttore visibile non fosse consentito sulle divise della squadra fino all'inizio degli anni '70, è probabile che se si esaminassero le etichette su una selezione casuale di maglie da calcio britanniche degli anni '1940, '1950 e '1960, ci sono buone probabilità che Umbro l'abbia prodotto. Il predominio delle divise da calcio della società era vasto: infatti nel 1966 l'85% di tutte le squadre di calcio britanniche era equipaggiato da Umbro.

L'azienda è stata fondata nel 1924 da Harold e Wallace Humphrey in un piccolo laboratorio a Wilmslow, Cheshire con il nome 'Umbro' in realtà un acronimo preso da 'Humfrey Brothers '.

Negli anni '1920 e '1930 l'azienda è cresciuta costantemente e nel giro di quattro anni ha prodotto stock sufficienti per rifornire 5000 squadre. La prima importante apparizione finale di Umbro arrivò nel 1934 con la fornitura di divise della squadra sia per il Manchester City che per il Portsmouth nella finale di FA Cup di quell'anno. Le magliette "Tangeru" indossate erano prodotte con un morbido tessuto di cotone che presto sarebbe stato adottato in tutto il mondo del calcio. La finale di Coppa della stagione successiva vide anche entrambe le squadre (West Bromwich Albion e Sheffield Wednesday) indossare Umbro - un fatto che i marketer della società non erano timidi di sfruttare.

Quando nel 1939 iniziò la Seconda Guerra Mondiale, Umbro iniziò anche a produrre uniformi dell'esercito, coperture per maschere antigas e vari altri oggetti necessari per aiutare lo sforzo bellico.

Nel corso degli anni Quaranta e Cinquanta la reputazione di Umbro è cresciuta notevolmente con molte delle squadre più importanti del paese che ora indossano i loro abiti. La popolarità dell'azienda si diffuse anche in altri sport con la squadra olimpica britannica del 1940 che sfoggiava anche Umbro. Tale era la forza del loro rapporto che Umbro continuò a fornire gli atleti olimpici britannici per altri 1950 anni. In effetti, uno dei più grandi momenti dell'atletica leggera, quando Roger Bannister ha rotto il miglio di 1952 minuti nel 20, è stato raggiunto con l'abbigliamento Umbro.

Ma torniamo al calcio, quando il grande passaggio continentale alle maglie leggere a maniche corte avvenne alla fine degli anni '1950, Umbro era di nuovo in prima linea nel nuovo movimento della moda. Hanno lavorato a stretto contatto con l'allenatore del Manchester United Sir Matt Busby per progettare una gamma di nuovi kit da calcio hi-tech che hanno stabilito la tendenza per il design delle strisce per diversi anni. Conosciuta come la 'Choice of Champions', la gamma è stata la prima partnership ufficiale tra un produttore e un professionista del calcio nel suo genere.

Il nome di Sir Matt è stato anche preso in prestito per promuovere gli innovativi kit di replica in scatola di Umbro. Prodotto per la prima volta nel 1959 e destinato esclusivamente ai bambini, non è stato fino alla metà degli anni '1970 che il mercato delle repliche ha davvero preso piede e ha dominato il merchandising del calcio.

Gli anni '60 videro il ritorno delle maglie a maniche lunghe nel mondo del calcio britannico. Adesso erano girocollo e leggeri: era arrivata la maglia azteca di Umbro. Ed è stato con le maglie azteche che l'Inghilterra ha conquistato la Coppa del Mondo del 1966. Infatti, grazie alla tenacia negli affari del figlio di Harold Humphrey, John, 15 delle 16 nazioni in gara, sfoggiò Umbro nel torneo di quell'anno.

Umbro ora stava riscuotendo successo anche nell'arena nazionale europea con il primo Celtic nel 1967 e il Manchester United un anno dopo, entrambi vincendo la coppa europea indossando le strisce Umbro.

L'innovazione nella progettazione dei kit da calcio ha iniziato a crescere in importanza con l'avvicinarsi degli anni '70 e per le finali della Coppa del Mondo del 1970 Umbro ha aperto la strada all'uso del tessuto Airtex, un materiale leggero che era pieno di piccoli fori per una maggiore ventilazione.

I primi anni '1970 videro per la prima volta il logo Umbro ammesso sui kit consentendo all'azienda di massimizzare l'esposizione e di farsi pubblicità. Nel giro di un paio d'anni Umbro introdusse la "fettuccia" che scorreva sulle maniche della camicia e sui pantaloncini e consisteva in un motivo ripetuto del logo del diamante dell'azienda.

La consapevolezza del marchio di Umbro in questo momento è stata anche aiutata notevolmente dal dominio quasi totale della squadra del Liverpool fornita da Umbro di questo periodo nel gioco nazionale ed europeo.

Anche il mercato dei kit di replica è cresciuto rapidamente a metà degli anni '1970 e nel decennio successivo è diventata la norma vedere migliaia di sostenitori sulle terrazze che indossavano tutte le stesse maglie dei loro idoli in campo. Umbro ha abbracciato la nuova tendenza con gusto e i modelli di camicia sono diventati sempre più complessi e individuali.

Gli anni '1980 videro anche l'Inghilterra tornare al roster Umbro dopo diversi anni con i rivali britannici Admiral. Più tardi nel decennio Umbro iniziò anche a produrre scarpe da calcio per la prima volta da aggiungere al suo impressionante portafoglio di prodotti da calcio.

Tuttavia, con il progredire degli anni '80, l'impressionante presenza di Umbro nel mercato britannico delle divise da calcio era ora minacciata dall'aumento di adidas, Le Coq Sportif e altri marchi europei. I club Umbro di lunga data Liverpool e Arsenal partirono entrambi per adidas nel 1986 in quello che deve essere stato un duro colpo per la società.

Tuttavia, Umbro teneva ancora duro e all'inizio degli anni '1990 e l'arrivo della Premier League, forniva ancora 11 delle 22 squadre inaugurali (inclusi i primi campioni di Premier League del Manchester United che avevano firmato con Umbro nel 1992) insieme a tutta la casa. Facce nazionali del Regno Unito: risultati da non annusare. Tuttavia è stato in questo momento che la famiglia Humphreys ha deciso di vendere il marchio alla società di moda americana Stone Manufacturing. Con il progredire del decennio e con l'aumento dei costi di sponsorizzazione di alto profilo, la quota di mercato di Umbro iniziò a diminuire e verso la metà degli anni 2000 l'azienda contava su Inghilterra, Nottingham Forest, Celtic, Chelsea ed Everton per mantenere vivo il marchio. nel mercato britannico.

Nel 1999 la proprietà dell'azienda è passata di nuovo di mano con i nuovi proprietari Doughty Hanson & Co che ne hanno assunto il controllo per 90 milioni di sterline.

Da sempre pioniere nella progettazione di kit, Umbro ha costantemente ampliato i confini per tutti gli anni '1990. Nel 1991 il mondo del calcio rimase sbalordito quando il Tottenham Hotspur scese in campo nella finale di FA Cup indossando pantaloncini Umbro lunghi e larghi invece della varietà succinta e attillata che era stata favorita negli anni '80. Nel giro di un paio d'anni, però, ogni club del paese indossava qualcosa di simile. L'azienda ha anche aperto la strada con il boom del design retrò dei kit postmoderni dei primi anni '90, reintroducendo i collari e reinventando le idee degli anni passati. L'azienda non è mai stata timida anche quando si trattava di modelli di tessuto stravaganti che hanno guadagnato il favore con il progredire del decennio. Altre idee audaci includevano la prima maglia reversibile del calcio (la maglia away / terza del Manchester Utd 2001-02) e la creazione di una striscia unica della Champions League (di nuovo, per il Manchester Utd che ha conquistato l'indimenticabile "Treble" 1998-99 indossandola).

La tecnologia dei tessuti ha iniziato a diventare il fattore dominante nella progettazione di kit alla fine degli anni '1990, con giocatori e club che richiedevano materiali ad alte prestazioni. Umbro ha aperto la strada, introducendo il suo tessuto "Sportswool" progettato per mantenere i giocatori freschi e senza sudore. Tuttavia, non era la prima volta che Umbro era stato coinvolto con simili materiali high-tech. Oltre alle già citate camicie Airtex del 1970, Umbro aveva anche lanciato un tessuto traspirante simile "Tactel" alla fine degli anni '1980.

La concorrenza nel mercato delle divise del Regno Unito è aumentata ulteriormente quando gli anni 2000 sono passati con il club di punta di Umbro, il Manchester United, fino a firmare un accordo con Nike nel 2002 dopo 10 anni con Umbro. Anche l'altro importante contratto a lungo termine della compagnia nella massima serie con il Chelsea si è concluso quattro anni dopo con il passaggio dei Blues all'Adidas.

Ma Umbro non sarebbe stato battuto e goduto di un profilo di marchio più elevato nel 2007 rispetto a diversi anni fa, quando i nuovi accordi con Blackburn, Sunderland e West Ham tra gli altri significarono che l'azienda forniva ora 6 del contingente della Premier League del 2007-08.

Nel 2008 i giganti statunitensi Nike hanno acquistato Umbro per 285 milioni di sterline. Hanno investito denaro in azienda con l'obiettivo di rivitalizzare il marchio. Un anno dopo hanno fatto proprio questo con l'influente e rivoluzionaria campagna "Tailored by Umbro" guidata da una splendida maglia da casa della Nuova Inghilterra che ha riscritto il libro delle regole quando si trattava di design delle divise. Anni dopo e l'influenza di questo kit dell'Inghilterra può ancora essere vista in tutto il gioco.

Nel 2012 l'ethos e la filosofia di Umbro di un design forte, pulito e innovativo possono ancora essere visti in tutti i team che forniscono. Tuttavia, nonostante il mantenimento del prestigioso contratto con l'Inghilterra, la perdita di un paio di club di alto profilo (tra cui il Manchester City che passa alla casa madre Nike nel 2013) e l'annuncio da parte di Nike della loro intenzione di vendere Umbro hanno portato in un periodo incerto. per questi veri giganti del design delle divise da calcio britanniche.

1979-82 Giacca della tuta Liverpool Umbro S

1979-82 Giacca della tuta Liverpool Umbro S

£350. 00
(Circa $ 455 / € 403)

1982-84 Maglia Arsenal Umbro Home S

1982-84 Maglia Arsenal Umbro Home S

£175. 00
(Circa $ 228 / € 201)

1983-84 Pantaloncini Liverpool Umbro Away M

1983-84 Pantaloncini Liverpool Umbro Away M

£150. 00
(Circa $ 195 / € 173)

1984-85 Liverpool Umbro Maglia Away S

1984-85 Liverpool Umbro Maglia Away S

£350. 00
(Circa $ 455 / € 403)

1984-86 West Brom Umbro Away Maglia M

1984-86 West Brom Umbro Away Maglia M

£225. 00
(Circa $ 293 / € 259)

1985-86 Maglia Centenario Arsenal Away S.Boys

1985-86 Maglia Centenario Arsenal Away S.Boys

£150. 00
(Circa $ 195 / € 173)

1985-87 Hibernian Umbro Home Maglia M

1985-87 Hibernian Umbro Home Maglia M

£300. 00
(Circa $ 390 / € 345)

1985-88 Watford Umbro Home Maglia M

1985-88 Watford Umbro Home Maglia M

£200. 00
(Circa $ 260 / € 230)

Maglia Home 1986-89 Everton Umbro L

Maglia Home 1986-89 Everton Umbro L

£200. 00
(Circa $ 260 / € 230)

1986-89 Maglia Everton Umbro Home L. Boys

1986-89 Maglia Everton Umbro Home L. Boys

£80. 00
(Circa $ 104 / € 92)

Maglia Everton Umbro Home 1986-89 M

Maglia Everton Umbro Home 1986-89 M

£180. 00
(Circa $ 234 / € 207)

1987-89 Maglia Celtica Umbro Centenario Home L

1987-89 Maglia Celtica Umbro Centenario Home L

£300. 00
(Circa $ 390 / € 345)

1987-89 Maglia Celtica Umbro Centenario Home M

1987-89 Maglia Celtica Umbro Centenario Home M

£275. 00
(Circa $ 358 / € 316)

1987-89 Maglia Celtica Umbro Centenario Home M

1987-89 Maglia Celtica Umbro Centenario Home M

£275. 00
(Circa $ 358 / € 316)

1987-89 Chelsea Umbro Maglia Away S

1987-89 Chelsea Umbro Maglia Away S

£300. 00
(Circa $ 390 / € 345)

1987-89 Pantaloncini Chelsea Umbro Away L

1987-89 Pantaloncini Chelsea Umbro Away L

£175. 00
(Circa $ 228 / € 201)